Salta al contenuto principale
Working from scratch, following simplicity

Drupal 7.x su Altervista in 10 mosse

Seguono alcuni consigli pratici per installare e configurare Drupal sul servizio free hosting di Altervista senza ricorrere al pannello di controllo e soprattutto impostando SQLite come database.

Il servizio di free hosting offerto da Altervista permette di installare (dopo essersi autenticati si clicca su Accedi al pannello di controllo e dal menu in alto: AltersitoApplicazioni) “numerosi applicativi per arricchire i servizi offerti dal tuo sito”. Tra i servizi proposti c'è anche Drupal 7.8 con richiesta di database in classe 2 ( attivazione 500 AC[1], più 100 AC/mese). Questa procedura indolore e veloce consente di avere installato e perfettamente funzionante questo fantastico CMS rinunciando però alla possibilità di avere l'ultima versione disponibile e soprattutto la possibilità di usare SQLite (un database incorporato su un unico file che non richiede attivazione e spesa mensile di alcun AC).

Sono tutte rose e fiori? Ovviamente no! La versione proposta da Altervista è stata testata e ritenuta stabile con il proprio hosting, l'ultima versione disponibile di Drupal invece potrebbe presentare alcune incompatibilità o bug e non funzionare a dovere! Quindi potrebbe essere un salto nel buio...

La guida spiega passo dopo passo come installare e configurare Drupal 7.14 sul server di Altervista, per un dominio di terzo livello denominato “mio_sito”. Ho trovato validi consigli e guide in questo forum, che consiglio vivamente di consultare. (10/08/2012) Anche Drupal 7.15 funziona egregiamente su Altervista seguendo quanto riportato in questo articolo, ho notato però due cose:

  1. durante l'installazione e precisamente quando si importano i moduli in italiano ricompare l'inquetante “Error 500 - Internal server error”, è facilmente superabile ricaricando la pagina;
  2. apparentemente riconosce gli URL semplificati ma ha dei problemi con l'overlay (quel menu che si sovrappone in alto quanto si entra come amministratore o user) e soprattutto il test per abilitare glu URL semplificati non funziona. Ho risolto riscrivendo nella barra degli indirizzi: "MIO_SITO.altervista/admin/config/search/clean-urls" e selezionando la relativa casella.

(17/07/2012) Come è emerso nei commenti e come richiesto da Drupal, per poter installarlo su Altervista è necessario abilitare PHP in versione 5. Si può procedere così: dal Pannello di controllo si clicca Altersito sul menu in alto e a cascata Gestione File, poi si clicca sull'icona PHP 5 e nella nuova pagina che compare si verifica la versione di PHP impostata. Nel mio caso specifico è quella di default: la PHP 5.2. Nei vecchi domini di terzo livello invece potrebbe esserci ancora la 4 per ragioni di retro-compatibilità. Basta quindi impostare la 5.2 (la 5.3 dovrebbe funzionare lo stesso ma non l'ho testata) e cliccare il bottone salva. Oppure manualmente aggiungendo al file ".htaccess" le seguenti righe:

#
# Altervista configuration
#
# # av:php5-engine
AddHandler av-php53 .php

# # av:PHP-RG
php_flag register_globals off

#
# Apache/PHP/Drupal settings:
#
[...]

Ecco come procedere:

  1. Scaricare dal sito di Drupal l'ultima versione stabile, la relativa e aggiornata traduzione alla propria lingua, i moduli iniziali e il tema che si ritengono utili per il proprio sito.
  2. Scompattare il tutto su una cartella del proprio computer (per esempio “Drupal_7_14”) e inserire il file terminante in ".po" della propria lingua in “Drupal_7_14/profiles/standard/translations”, le cartelle dei moduli in “Drupal_7_14/sites/all/modules”, idem per l'eventuale tema preferito che andrà in “Drupal_7_14/sites/all/themes” e se si usa il modulo libraries le eventuali librerie in “Drupal_7_14/sites/all/libraries”.
  3. Per aver abilitati gli URL semplificati e quindi evitare di vedere per ogni pagina del proprio sito i caratteri iniziali “?q=”, modificare il file ".htaccess" in “Drupal_7_14” e togliere il commento (ovvero “#”) dalla riga 105: da “# RewriteBase /” a “RewriteBase /” se si copierà il tutto sulla directory radice del futuro sito. Se invece si vuole avere il proprio sito all'interno di una cartella denominata “mio_sito” per esempio allora il tutto diventerà “RewriteBase /mio_sito”.
  4. Rinominare il file “Drupal_7_14 /sites/default/default.settings.php” in “Drupal_7_14/sites/default/settings.php” ed aggiungere a riga 278 la seguente riga di inizializzazione: “ini_set('memory_limit', '64M');” ciò eviterà di vedere comparire il seguente messaggio “Error 500 - Internal server error”.
  5. Creare la cartella “files” in “Drupal_7_14/sites/default/” e se il proprio sistema operativo/filesystem lo permette dare i permessi di lettura e scrittura a quest'ultima cartella e al file “settings.php” rinominato in precedenza.
  6.  Usando un programma FTP come gFTP o FileZilla copiare tutto il contenuto all'interno della cartella “Drupal_7_14” nella radice del proprio sito altervista “/” o se la si vuole all'interno di “mio_sito” creare questa directory e copiarci tutto il contenuto[2].
  7. Attendere il caricamento di tutti i file e controllare se si sono conservati i permessi di lettura e scrittura imposti al punto 5).
  8. Incrociare le dita e dal proprio browser collegarsi al proprio sito “mio_sito.altervista.org” o se si è copiato il tutto all'interno di una cartella allora “mio_sito.altervista.org/mio_sito/”, procedere con l'installazione come qui raffigurato e nella terza schermata scegliere SQLite:



  9. Completare l'installazione e configurare i primi parametri: come il nome del sito e i dati per l'accesso dell'ammninistratore.
  10. Accedere al proprio sito e cominciare alla vera e propria configurazione del tema, dei moduli dei ruoli o pubblicare direttamente i primi contenuti.

 

 


[ 1] AC è l'acronimo di AlterCent, una moneta virtuale che permette di espandere le caratteristiche base offerte o guadagnare qualche centesimo di Euro.

[ 2] In genere i parametri per connettersi al proprio sito Altervista registrato come “mio_sito” sono:
HOST: ftp.mio_sito.altervista.org
NOME UTENTE: mio_sito
PASSWORD: password_mio_sito
PORTA: 21.

Aggiungi un commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
Sponsored Links
Pubblicità

Nicola Rainiero

Ingegnere civile specializzato in geotecnica con l'ambizione di facilitare la propria attività lavorativa usando e creando software libero per un sapere condiviso e collettivo. Mi occupo anche di energie rinnovabili ed in particolare di geotermia a bassa entalpia. Sono da sempre appassionato di web design e modellazione 3D.