Quali strumenti usare per una web-app?

Pubblicato da Nicola Rainiero il 28-10-2012 (aggiornato il 29-10-2012)

Per la scrittura della mia prima applicazione, ho cercato di scegliere il linguaggio migliore per vederla funzionare su più piattaforme possibili. Credo che l'insieme di tecnologie AJAX e DOM sia la soluzione più adatta e con l'aiuto della libreria jQuery possa coprire un discreto numero di dispositivi superando i problemi di cross-browser e allo stesso tempo semplificandomi la scrittura di molte righe di codice.

In questo modo il client (cioè il browser stesso dell'utente) una volta caricata la pagina dal server, si occuperà di eseguire l'applicazione, riducendo il carico remoto ed evitando ripetuti reload di pagina, grazie al binomio AJAX e DOM. Nel server saranno ospitati due file XML per la gestione di più lingue e delle impostazioni di default che poi l'utente potrà modificare, personalizzare e conservare per successivi utilizzi.

AJAX

E' una acronimo che sta per Asynchronous Javascript and XML, non è un linguaggio di programmazione ma più realisticamente un insieme di tecnologie (DHTML, Javascript e XML). Questa scelta mi permette di ridurre gli accessi al server web ed evita di caricare e ricostruire la pagina ad ogni operazione effettuata, ciò è assicurato dalla comunicazione tra Javascript e il DOM della pagina web.

Tutto questo però ha un prezzo: la dipendenza dal browser che deve assicurare:

  • supporto al Javascript;
  • supporto al DOM HTML;
  • strumenti per il parsing XML.

A complicare il tutto poi ci si mettono anche i singoli browser (Internet Explorer, Opera, Firefox, Chrome, Safari, etc.) che per lavorare in Javascript con XML adottano modalità differenti ed incompatibili tra loro, ragione per cui ho dovuto cercare una libreria che mi risparmiasse la scrittura di n-condizioni per ogni differente operazione!

Sono stato in dubbio tra due librerie: Sarissa e jQuery, ma alla fine ho optato per jQuery che mi permette con semplici chiamate di mettere d'accordo tutti i browser ed inoltre possiede moltissime funzioni per snellire e abbellire la mia futura web-app.

Per esempio per selezione un div con id=”prova” dovrei scrivere:

var selected = document.getElementById('prova');

invece con jQuery il tutto si semplica così:

var selected = $('#prova');

 


Fonti




Potrebbero interessarti anche:

Nicola Rainiero

Ingegnere civile specializzato in geotecnica con l'ambizione di facilitare la propria attività lavorativa usando e creando software libero per un sapere condiviso e collettivo. Mi occupo anche di energie rinnovabili ed in particolare di geotermia a bassa entalpia. Sono da sempre appassionato di web design e modellazione 3D.